MusicBlog #5: “Semplicemente” Bluvertigo – Come ti smonto il Festival

Eccomi qua. Tornato dopo tanti mesi e chiedo immensamente scusa a tutti coloro che hanno letto i miei precedenti articoli e che mi hanno seguito.

Sono stati tanti mesi di profondo cambiamento per il sottoscritto. Pubblicherò nelle prossime settimane un articolo dove darò un’importantissima notizia e novità che riguarda la gestione del blog stesso..ma fino ad allora, beccatevi un post scritto da me in collaborazione con Radio Verso su..Sanremo e i Bluvertigo. Spero vi piaccia.

Sarò sincero. Passate queste prime tre serate continuo a pensare che le ultime due edizioni del Festival di Sanremo condotte dal caro Carlo Conti stiano risultando leggermente noiose (parere puramente personale da un grande amante del Festival). Ma rispetto all’anno scorso forse stiamo trovando diversi campioni più “vicini” alla musica, e questa cosa mi rincuora parecchio.

Ho sempre pensato, da diversi anni a questa parte, che il Festival avesse bisogno di novità (ricordiamo il misterioso Bloody Beetroots insieme a Raphael Gualazzinel 2014), e quest’anno è la volta di un grande “skater”, dalle dubbie potenzialità, nonché vecchio giudice di X-Factor, con i suoi Bluvertigo!

Alle prime notizie della loro partecipazione al Festival dopo quasi 15 anni (“L’assenzio” rimane una delle mie canzoni del cuore) ero davvero in fibrillazione, essendo uno dei gruppi con cui sono praticamente cresciuto.

Un gruppo molto complesso, versatile e pieno di energia (hanno dato il loro meglio già dal Red Carpet), ma è inutile dirvi chi sono i Bluvertigo…c’è sempre Wikipedia.

Parliamo del loro brano piuttosto…

Dall’alto della loro complessità, a livello di sound e testi, paradossalmente presentano un brano dal titolo “Semplicemente”, ed è proprio così che voglio descrivere questo pezzo: semplice, elegante, raffinato; la cui vera originalità è data proprio dal testo “a libera interpretazione” come afferma il buon vecchio Andy della band. Si può entrare in ambiti diversi, dalla fisica, alla quantistica (“Attraversato dalla corrente, nello spazio e nel tempo”), oppure, guardando il testo nella totalità,  si può semplicemente interpretare come un inno alla quotidianità, all’importanza delle piccole cose, che siano “Camminare col cane sull’argine del canale” o “Scegliere le canzoni ideali da consigliare agli amici geniali”…

Insomma, la nostra semplice routine raccontata come qualcosa di positivo, che ci aiuta ad andare avanti.

Un pezzo molto genuino, accompagnato da una presenza scenica altrettanto spontanea e piena di vita (un lancio del basso non indifferente caro Morgan!).

Ma si sa, si fanno tanti complimenti ma esistono anche le critiche, anche troppe per questo brano.

Critiche troppo semplici (sarà l’influenza della canzone stessa?) e poco argomentate, che si possono riassumere in: “Non sono più i Bluvertigo di una volta”, ed è assolutamente così.

Pochi rimandi alla musica elettronica, pungente e a tratti dark, sostituita da un sound molto più orchestrale, più fluido, più divertente e (forse) attuale, e da un assolo di sax non indifferente. Ora, ci sarebbe da aprire un dibattito su queste critiche a Morgan e compagnia, ma semplicemente, esistono gruppi/artisti che riescono anche ad evolversi, a variare il loro stile musicale. È naturale che i Bluvertigo non abbiano mirato a un’ottica prettamente sanremese o che si siano basati su determinati canoni di mercato e poi, a detta del Signor Castoldi stesso “Il rock è fatto di imperfezione oltre che di potenza”. Ok, è anche vero che il buonMorgan si è presentato leggermente senza voce però…è Morgan! Genio e sregolatezza come si suol dire.

 Insomma, tra critiche poco costruttive e “fonici poco competenti” (maledetti social network…) questi Bluvertigo sono proprio quella novità di cui ho parlato poc’anzi, una boccata d’aria fresca che serviva al Festival di Sanremo (a proposito, un plauso speciale va fatto per la cover de “La Lontanza” di Modugno). Aspettiamo con grande curiosità il loro nuovo album “Tuono-Tono, Tempo, Suono” prima di dare giudizi affrettati e cerchiamo di Vincere l’Odio per questa grandissima band…

Ops.

Violet

Link a “Semplicemente”: http://umi.lnk.to/Semplicemente

Link al video: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-6486fafe-ba49-47e5-b20e-97931bc6c5cc.html#p=

MusicBlog #4- FIFI RONG (Italian Post)

Finalmente un nuovo post per tutti coloro che mi seguono dall’Italia!

Come avrete visto, lo scorso post l’ho scritto innanzitutto in inglese per diversi motivi (e per i prossimi farò la stessa cosa). Oggi vi parlerò di una grandissima artista con cui ho avuto l’onore di parlare (chattare) su Twitter. Un’artista oserei dire misteriosa, ma unica e inimitabile nel suo genere, che ho amato sin dal primo ascolto! Direttamente da London (ma originaria da Pechino), vi presento Ms. Fifi Rong!

FifiRong-01

Mi sento in dovere di dire che da quando ho aperto questo blog non ho mai puntato alla fama o quant’altro..il mio unico scopo è condividere la mia più grande passione con tanta gente, ma credo di aver già detto qualcosa di simile..Però non avrei mai immaginato che grazie a tutto questo avrei avuto la possibilità di conoscere (anche se “virtualmente”) artisti che meritano davvero tanto, come la stessa Fifi Rong, ma soprattutto la possibilità di scoprire musica così bella e interessante! E già questo è un grande traguardo per me! Ma si può sempre migliorare!

Fatta questa piccola premessa vi dico che ho scoperto Fifi per caso girando diversi profili di musica su Twitter (ce ne sono davvero tanti!) e quando ho letto nel suo profilo “Hybrid-Electronica” ho subito pensato che dovevo necessariamente ascoltare una sua canzone!

2014-12-05-11.12.34-1024x576

(E poi parliamoci chiaro, è pure una bellissima ragazza quindi perché non darle una chance??)

Youtube. Fifi Rong. “Intimacy-Fifi Rong Ft. Phaeleh”. Ho fatto i salti di gioia semplicemente perché Phaeleh è il mio artista Chillout preferito! (Ascoltatelo perché probabilmente scriverò qualcosa su di lui).

Ascolto “Intimacy” e rimango senza parole..estasiato da un sound che solo Phaeleh può creare ma soprattutto da una voce calda, misteriosa, cupa..giuro, questa canzone è stata capace di portarmi su un altro pianeta!

CN_cqlSWsAAw4PP Fifi-Rong-Next-Pursuit-EP-Full-Stream2-673x447

Cosa posso dire? Che nel frattempo, o per telepatia (?) o perché sono davvero una persona fortunata, Fifi mi segue su Twitter. Decido di contattarla e parlo con lei per un po’ del mio blog e ovviamente le faccio tanti complimenti e lei mi parla dei suoi progetti futuri. È stata davvero molto carina e gentile con me e spero di poterla incontrare un giorno..

CHD8AHbWgAABCJA

Ma parliamo della sua musica e del suo stile.

Su Spotify (che invenzione magnifica!) ho ascoltato sia il suo primo album “Wrong” che il suo EP “Next Pursuit” (comprato poi su iTunes) e ho davvero apprezzato quanto impegno abbia messo nel realizzare dei pezzi fantastici!

a2423890410_10 0002027364_10

Il suo stile spazia dalla classica Ambient/Electronica fino ad arrivare a dei pezzi prettamente Jazz e Hip Hop con un lato oscuro che rende ogni canzone, ogni parola, qualcosa di unico, magico e soprattutto ORIGINALE.

La peculiarità di Fifi è senza ombra di dubbio la sua voce, piena di sentimento, di sensualità, di passione..una voce che vi farà scoprire nuove sensazioni..perché è proprio questo che mi ha trasmesso e che mi trasmette la sua musica; un mix di tanti generi ma che non annoia mai!

Fifi3

Ascoltare i suoi lavori, scoprire la sua visione dell’elettronica, mi ha fatto capire quanto artisti come lei meritano di essere più conosciuti..artisti che mettono il cuore in quello che fanno e che sudano sette camicie per arrivare a grandi risultati e io credo che Fifi arriverà davvero lontano e tutti i suoi sogni e i suoi progetti diventeranno realtà.

Pensate che è già stata headliner di diversi spettacoli e festival in Inghilterra, Germania, Cina; ha ricevuto una nomination per “Best Electronic Music Artist” e soprattutto è stata nominata in Cina come una delle artiste più popolari..insomma sta già facendo tanta strada!

CLC5HrcWUAArzTm CLQLnQMWsAAr-Fv

Ed è proprio per questo che vorrei che la seguiste e che le deste tanto supporto! Il mondo della musica ha bisogno di artisti come lei, dico davvero.

NOTA IMPORTANTE: Da circa un mese ha aperto una campagna di crowdfunding per il suo nuovo EP “Violently Silently” su pledgemusic.com, quindi se volete, supportatela!

Finisco questo post ringraziando Fifi e soprattutto tutti coloro che, presi dalla curiosità, la andranno ad ascoltare dopo aver letto questo post.

CB0alA2WAAAt7J1

Come sempre vi lascio alcuni link utili e vi rimando al prossimo post..in cui vi parlerò di un collettivo inglese con gli attributi!!

Un abbraccio.

Violet

Links:

http://fifirong.com (Fifi’s Official Website)

https://soundcloud.com/fifirong (Fifi’s Soundcloud)

http://www.pledgemusic.com/projects/fifirong (Fifi’s Crowdfunding for “Violently Silently”)

https://twitter.com/fifirong (Fifi’s Twitter)

https://www.youtube.com/user/fifirong/videos (Fifi’s Official Youtube Channel)

MusicBlog #4-FIFI RONG (English Post)

Hello everyone! Despite my annoying University exams, I’m back!

I wanna say that this post is very important for me, because I will talk about a beautiful artist that I loved since my first listening.

In a previous post I’ve said that thanks to Twitter I had the chance to know some artists and chat with them..well..I’m so lucky!

Today I wanna introduce you to the great and unique Fifi Rong, an English singer originating from Beijing.

CFwz73-XIAEdNYJ CHIHAP4XIAA1PGS

I remember the first time when I discovered Fifi..I was looking for some music artists on Twitter and suddenly I saw this Image:

CHD8AHbWgAABCJA

and I started to think of how beautiful she is (Not joking), and then, in her profile, I read “Hybrid-Electronica”..

My curiosity prevailed over me! “I have to listen one of her songs” I thought!

Youtube. Fifi Rong. And when I read “Fifi Rong Ft. Phaeleh” I jumped for joy, because Mr.Phaeleh is my favourite Chillout artist!

2014-12-05-11.12.34-1024x576

I have to be honest, “Intimacy” was the first song I’ve heard of Fifi and..wow, in that moment I had no words..I can only say that her voice carried my in another planet, I swear!

Meanwhile, maybe for telepathy or maybe only because I’m a very lucky person, she followed me on Twitter! I couldn’t believe that!

Well, I followed her back and then..I had a little talk with her and she was so cute with me! She’s a great artist, but first of all, she’s a nice person! Wish I could meet her!

By the way, let’s talk about her music and her projects.

0002027364_10 a2423890410_10

Fifi’s music is a mix of different genres of Electronic style with a mysterious “darkside” that I personally love! But, as I said before, her thrilling  voice is what makes every song and every lyric original!

She will make you discover new feelings, emotions and sensations!

Listening to her studio works (The album “Wrong”, and her EP “Next Pursuit”), discovering her way of seeing electronic music will lead you to think about her hard work and her passion, because she will go far and all her dreams will become reality!

Consider that she have headlined a variety of shows in UK, Germany, China and above all she was nominated as the best Electronic Music Artist and publicly voted into the China’s Top10 most popular new artist of 2014..she’s doing so well in other words!

CLC5HrcWUAArzTm CLQLnQMWsAAr-Fv

And with this post I want ALL OF YOU to support her because, in my modest opinion, music world needs artist like her!

I will leave you some links where you can listen all Fifi’s works, but you can find them on Spotify! You won’t regret it!

IMPORTANT: She’s currently crowdfunding for her new EP “Violently Silently” on pledgemusic.com because she wants all of you to get involved in this new project so give her a big support!

I wanna say thank you to Fifi, because she made me discover new music horizons and this is one of the reasons that push me to “live the music” in all its forms!

THANK YOU AND KEEP GOING! I’M WITH YOU!

Fifi3

Violet

Links:

http://fifirong.com (Fifi’s Official Website)

https://soundcloud.com/fifirong (Fifi’s Soundcloud)

http://www.pledgemusic.com/projects/fifirong (Fifi’s Crowdfunding for “Violently Silently”)

https://twitter.com/fifirong (Fifi’s Twitter)

https://www.youtube.com/user/fifirong/videos (Fifi’s Official Youtube Channel)

MusicBlog #3-HELL OR HIGHWATER-DAVID DUCHOVNY (English Post)

Have u read my “Hell or Highwater post? Check it out 😉

Violet Music Blog

“You can build your life on empty promises or with a man who promises to try”

Finally here we are!

Two months ago I announced the next posts in my blog and, with a little bit more of inspiration, I’m here today to talk about a great actor who opened his mind to the great world of music!

Do you remember “The X-Files”? I think it is one of the greatest tv-series I’ve ever seen! Started in 1993, ended in 2002 and soon will come back for a “mini-series” at the end of this year! Wow I’m really excited! There are so many things that I loved about this series, especially the plot and, above all, the characters! The “fanatic” special agent Fox Mulder (TRUST NO ONE.) who belives in aliens existence and the “skeptic” special agent Dana Scully. David Duchovny and Gillian Anderson, two fantastic actors, ready to be…

View original post 514 altre parole

MusicBlog #3-HELL OR HIGHWATER-DAVID DUCHOVNY (English Post)

“You can build your life on empty promises or with a man who promises to try”

Finally here we are!

Two months ago I announced the next posts in my blog and, with a little bit more of inspiration, I’m here today to talk about a great actor who opened his mind to the great world of music!

Do you remember “The X-Files”? I think it is one of the greatest tv-series I’ve ever seen! Started in 1993, ended in 2002 and soon will come back for a “mini-series” at the end of this year! Wow I’m really excited! There are so many things that I loved about this series, especially the plot and, above all, the characters! The “fanatic” special agent Fox Mulder (TRUST NO ONE.) who belives in aliens existence and the “skeptic” special agent Dana Scully. David Duchovny and Gillian Anderson, two fantastic actors, ready to be together one more time, that we can appreciate nowadays in series like “Californication” or “Hannibal”.

And today I wanna talk about the funny American actor, that appeared for the first time as “singer/songwriter” the 12th of May with his debut album “Hell or Highwater”.

re44554duchovny-album

Personally, when I read about the release of this album a few months ago I was really enthusiastic!

I think that experience something new, open our minds and broaden our horizons is an innate desire for humans..and this is how I describe this album: a great experimentation by Mr.Duchovny.

David himself have declared that he took guitar and vocal lessons previous to record the album, but singing and playing the guitar are his passions since he was a child. So he decided to write some songs and refine them with musicians of “ThinkSay Record”, a music label that is slowly growing up.

From a first listening of the whole album, that starts with the beautiful “Let It Rain”, the first adjective that came in my mind was “nostalgic”, and I think that I’m not totally wrong with it..

I’ve felt this nostalgic sound in every songs, from the “quieter” ones (“The Thing, “Lately It’s Always December”, “Stars”, “Passenger”) to the “Rock/Western-Rockabilly” ones (“3000”, “Unsaid Undone”); and then “Hell Or Highwater”, a simple song with outstanding lyrics!

I have to say that lyrics in this album are an essential point because they are really poetical and make every song much more original, so I suggest to read them while you’re listening a song, and Duchovny’s voice fits perfectly with them even if he can improve himself as a singer to find a “vocal identity”.

With this album David Duchovny wants to debate and reflect about different themes very close to him like war, social media, addiction, lost and recover relationships (“You can’t hurt the one you already left behind”)..a magical narration with the wonderful instrument of music.

And that’s why I’ve really appreciated Duchovny’s work with this album, because of his dedication and his passion! I think that you can give him a chance listening to “Hell Or Highwater” because you won’t regret about it!

This is my personal comment about this album, if you have a chance, and if you want, write in comments below your impressions beacuse I like “musical discussions” and it would be really great!

I wanna apologize to all my followers for my absence in the last two months..and, above all, I wanna apologize because of my English, if there are any mistakes or something like that..I will improve my language and I’m studying to do that, so be kind please because if I decided to write these “English Posts” is because I wanna share my passion and my “music suggestions” with people all over the world too, though I accept every constructive criticism.

Thanks to all my followers that will read this post. I will work hard and improve myself for you.

Violet

Links:

https://www.youtube.com/watch?v=zpU7L6Mtgxg (David Duchovny: “Hell or Highwater” | Musicians at Google)

https://www.youtube.com/watch?v=-W2izQyHiTc ( Hell Or Highwater Lyrics Video)

MusicBlog #3-HELL OR HIGHWATER-DAVID DUCHOVNY

“You can build your life on empty promises or with a man who promises to try”

Eccoci qua finalmente con un nuovo post dopo praticamente 2 mesi! Per chi si stesse chiedendo dove fossi finito vi invito a leggere il post precedente, troverete tutte le risposte alle vostre domande (spero..).

Due mesi fa vi avevo già pre-annunciato i prossimi post del blog e finalmente, ribadisco, con un po’ di ispirazione in più torno a parlare di ottima musica!

Quanti di voi hanno visto “X-Files”? Credo sia forse, a mio modesto parere, una delle serie tv più belle mai fatte! Iniziata nel 1993, conclusa nel 2002 e riprenderà per una “mini-serie” proprio alla fine di quest’anno! Ben nove stagioni che hanno tenuto incollati milioni di persone allo schermo, tra cui me, che sono stato capace di vedere tutta la serie in un’intera estate circa 4 anni fa. E sapete perché? Non solo per la trama, molto originale e piena di colpi di scena, ma soprattutto per I PERSONAGGI! Il fanatico degli alieni Fox Mulder e la scettica Dana Scully. David Duchovny e Gillian Anderson, due dei miei attori preferiti, specialmente Mr.Duchovny che ho avuto modo di apprezzare, rigorosamente in lingua originale, in quasi tutti i suoi film e in “Californication” (altra serie tv molto famosa).

Ed è proprio del simpatico attore statunitense di cui vi voglio parlare oggi, che ha debuttato come “singer/songwriter” il 12 maggio con il suo album “Hell or Highwater”, album accolto con pareri discordanti in realtà..e ci può anche stare.

re44554 675756765

Personalmente quando lessi la notizia di questo album diversi mesi fa fui davvero entusiasta! Ok, sarò abbastanza di parte, ma credo che “sperimentare” qualcosa di nuovo e aprire la mente a nuovi orizzonti sia un desiderio insito in ognuno di noi..ed è così che vedo questo album: una sperimentazione, un’apertura mentale verso nuovi orizzonti da parte di Mr.Duchovny (parere molto generale), una sperimentazione riuscita molto bene (parere molto personale su cui qualcuno magari non sarà d’accordo, ma è questo il bello dei “confronti musicali”).

E’ anche vero che lo stesso Duchovny ha dichiarato che ha preso lezioni di chitarra e di canto prima di registrare questo album, ma che suonare e cantare sono sempre state due sue passioni molto grandi tali da consentirgli di scrivere le stesse canzoni che ha perfezionato insieme alla troupe di musicisti della “ThinkSay Record”, etichetta discografica che piano piano sta crescendo e si sta facendo strada nell’industria musicale.

Dal primo ascolto dell’album, che viene aperto dalla bellissima “Let It Rain”, il primo aggettivo che mi è venuto in mente è “nostalgico” e credo di non essermi del tutto sbagliato, anzi, è proprio con questo aggettivo che voglio descrivere l’album: NOSTALGICO. Sì, perché questa vena nostalgica l’ho avvertita in ogni canzone, dalle più calme e sentite (“The Thing”, “Lately It’s Always December”, “Stars”, “Passenger”) a quelle più Rockettare e/o “Western-Rockabilly” (“3000”, “Unsaid Undone”), possiamo dire che è il minimo comune denominatore che rende questo album molto interessante, e poi c’è proprio “Hell Or Highwater”, la canzone che dà il nome all’album, molto semplice ma davvero d’effetto e con un testo notevole! Ed è proprio ai testi che, a mio modo di vedere, va fatta una menzione speciale e devo essere sincero, li ho letti tutti preso dalla mia forte curiosità e, forse perché molti mi rispecchiano, forse perché alcuni sono molto “poetici” (prendete questo aggettivo con le pinze perchè “L’essere poetico” per un testo musicale o per qualsiasi altra cosa dipende da persona a persona..vi devo forse ricordare cos’ha scritto il nostro caro Ungaretti..?), ma sono proprio loro a dare un pizzico in più di originalità alle varie canzoni e bisogna anche dire che il caro Duchovny non se la cava male a cantare, anzi, la sua voce calza a pennello con l’insieme, anche se si può sempre migliorare e trovare una migliore “identità vocale”.

Consiglio proprio di andare a leggere i testi perché ci sono moltissimi spunti di riflessione su argomenti disparati come guerra, social media, dipendenza (di cui ha sofferto lo stesso Duchovny) ma soprattutto di amori perduti e ritrovati, amori per cui si può ancora lottare e amori per cui non ne vale la pena una volta feriti in modo irreparabile (“You can’t hurt the one you already left behind”)..insomma argomenti molto vicini all’attore che ha voluto raccontare con uno strumento così bello come la musica.

Ed è proprio per questo che ho apprezzato moltissimo, e che apprezzo ancora, questo album (eletto dal sottoscritto come il mio personale album dell’estate), perchè, e ribadisco quanto ho detto all’inizio del post, è bello vedere quanto “qualcuno di famoso” che proviene dal mondo cinema si sia davvero impegnato in qualcosa totalmente nuovo per lui ed è proprio l’impegno in generale che ognuno di noi mette per ciò in cui crede davvero, passioni, lavoro e così via, che ci contraddistingue come persone con tanta voglia di fare!

Scusate per questa riflessione personale ma ascoltando più e più volte quest’album (lo sto ascoltando anche in questo momento mentre scrivo questo post) ho esattamente pensato a questo. Se avessi la possibilità lo direi proprio al caro David ma ahimè, fa parte della categoria di “quelli famosi” quindi..però i complimenti glieli faccio ugualmente per il bel lavoro svolto! A questo punto potrei solo sperare in un tour dopo le riprese di X-Files..chissà.

Bene, questo era il mio personale commento sull’album, se avete la possibilità di ascoltarlo fatelo e, se vi va, scrivete nei commenti cosa ne pensate. Sarebbe bello, sia per questo post, sia per quelli futuri, avere quei famosi confronti musicali di cui vi ho parlato all’inizio! Nel frattempo vi lascio anche qualche link per potervi documentare.

Vorrei cogliere l’occasione, ancora una volta, per chiedere scusa per la mia totale assenza..per chiunque mi segue o mi seguirà, sono davvero intenzionato a riprendere a pieno ritmo a scrivere post su post su nuovi artisti, nuova musica, nuovi album, perché da poco sto ricominciando ad ascoltare e scoprire roba molto interessante. Se ho aperto questo blog, come ho già scritto precedentemente, è per condividere la mia passione con tante persone e magari avere uno scambio di opinioni che spero arrivi presto! Per quanto non sia un critico musicale o una delle tante persone che scrive recensioni più “serie” spero di avere supporto da chi come me ha tanta curiosità di scoprire nuova musica o semplicemente da chi ha voglia di parlare di musica in maniera tranquilla!

Grazie mille a tutti coloro che leggeranno questo post. Migliorerò e mi impegnerò di più. Promesso. Un grosso abbraccio e al prossimo post!

Violet

Link:

https://www.youtube.com/watch?v=zpU7L6Mtgxg (David Duchovny: “Hell or Highwater” | Musicians at Google)

https://www.youtube.com/watch?v=-W2izQyHiTc ( Hell Or Highwater Lyrics Video)

NEWS TIME! #1 (English Post)

Ok, I think it’s time to explain why I didn’t write any posts since my last one on Kraftwerk.

Last week I went to Milan to see the Expo 2015 and it was a great experience! I was there for 5 days and I didn’t have any chance to write. When I returned I thought that I could have more free time to make my ideas 4 my next posts come true..but unfortunately my “university tasks” rose against me and I had to study a lot 4 an important exam (it went very well anyway! Yay!).

And now finally I have time to write and I’m currently working on 3 POSTS at the same time and I’m really excited! I wanna give a hint 4 one of them..it will talk about a great actor. (?)

Then I wanna give you great news about the other 2 posts. I decided to open a Twitter profile (link in the info) because I wanted to “extend” my blog to the world of the social network (too mainstream?).

Well thanks to Twitter I had the chance to follow, discover and listen quite a few music artists and (can’t still believe it) to talk with 2 of them! Their fantastic music blew me away and they were so kind with me that I decided to write this 2 post about them and I hope to not disappoint them, especially because writing in English is not always an easy thing..So I will write 6 post (3 in Italian and 3 in English).

I will talk about a great Newwave band from San Diego that mixes Depeche Mode/New Order/ The Cure/Interpol music to create something unique and original; then I will talk about a fantastic and mysterious singer/songwriter from UK originating from Beijing that gives to electric-dark music its raison d’etre with her thrilling voice!

That’s all for now! The first post will be available on Sunday so stay tuned!

Violet

MusicBlog #2- TOUR DE FRANCE-KRAFTWERK (English Post) Reblog/Link

MusicBlog #2- TOUR DE FRANCE-KRAFTWERK (English Post) Reblog/Link Hope u’ll read it 😉

Violet Music Blog

“Radio Tour information;Transmission télévision;Tour de France”

 

I love Germany. Berlin is one of my favourite cities and I think that German is a fascinating language.

And Germany is the country of a German “electronic music quartet” the became famous in the 70s. Many of you surely know them, and today I wanna talk about “Tour De France”, an album that became one of the most iconic soundtrack of the bicycle race.

The album was recorded at Düsseldorf and released for the 100th anniversary of the first Tour De France and it’s announcement totally freaked out all of Kraftwerk fans, as it had been 17 years since their last release ”Electric Café” (unfortunately I was 8 and busy in memorizing all cartoon songs by Cristina D’Avena..oh well..).

I’ve been listening Kraftwerk for years now, their discography is really amazing and “Tour De France” reflects their mix of minimal electronic music…

View original post 395 altre parole

MusicBlog #2- TOUR DE FRANCE-KRAFTWERK (English Post)

“Radio Tour information;Transmission télévision;Tour de France”

 

I love Germany. Berlin is one of my favourite cities and I think that German is a fascinating language.

And Germany is the country of a German “electronic music quartet” the became famous in the 70s. Many of you surely know them, and today I wanna talk about “Tour De France”, an album that became one of the most iconic soundtrack of the bicycle race.

The album was recorded at Düsseldorf and released for the 100th anniversary of the first Tour De France and it’s announcement totally freaked out all of Kraftwerk fans, as it had been 17 years since their last release ”Electric Café” (unfortunately I was 8 and busy in memorizing all cartoon songs by Cristina D’Avena..oh well..).

I’ve been listening Kraftwerk for years now, their discography is really amazing and “Tour De France” reflects their mix of minimal electronic music, new wave and synth pop that makes every song of the album a magical journey and this evocative concept of “journey” is fully emphasized.

Just close your eyes and let the initial “Prologue” blow your mind, because the Tour De France is now starting.

It’s time to experience the following 3 “Étape” (Stages) with a musical “jingle” that will play along with all of you in every single track. You will take part in something unique; Kraftwerk will let you live the whole race as a spectator.

Meanwhile you will be guided by the suggestive French lyrics and every member of the band will be your personal commentator of the Tour.

As the last track of the Stages, “Chrono”, finishes, you will be projected in something different, with more active tracks (Vitamin”, ”Aéro Dynamik”, “Titanium”, “Elektro Kardiogramm”). The concept of electronic music is overtuned because every track has a different themes with different beats and sounds.

The last track of the entire album is a reprise of their old “Tour De France” released in 1983.

The Tour is over.

I know i could be repetitive, but this album is not a simple one, is a real journey, for your mind, for your ears and especially for your musical background and many artists were inspired by its originality. I think that everyone could love it! (Yeah my dear cyclists, I’m talking to you too).

I recommend you to see video of their concert called “Minimum Maximum” in which you could listen many of the tracks of “Tour De France” e other songs from albums like “The Man Machine”, which is a wonderful album too.

Down this post there are some links so you can listen this great album, you won’t regret it!

This is it. I hope you have enjoyed this post and became curious about Kraftwerk and their album.

I apologize if there are some language mistakes, i will provide to correct them. This is my first post in English (I’m Italian) and I swear that next ones in line will be better.

Support me and my blog if you want, it would be fantastic!

See you on the next post!

Violet

https://www.youtube.com/watch?v=N1L0N-lX2BE (Tour De France Full Album)

https://www.youtube.com/watch?v=Ve5sXX_2LU0 (Minimum Maximum live parte 1)

https://www.youtube.com/watch?v=KQ_grfKZGtY (Minimum Maximum live parte 2)

https://www.youtube.com/watch?v=IniH86kOxZE (Tour De France Étape 1 Live)

https://www.youtube.com/watch?v=gUzQtSLu_zI (Tour De France Étape 2 Live)